mar

26

lug

2016

La 'giovane' coppia

Il terzo pezzo della rubrica L'incredulo

 

Così viene vissuto oggi il matrimonio: una cerimonia accessoria, una festa come tante, di cui si può decidere a piacimento la data, un balletto da rappresentare preferibilmente a fatto compiuto, facendo divertire pure i figli. Il vecchio, casto fidanzamento (che termine desueto) si allunga ben oltre i rapporti prematrimoniali e la convivenza more uxorio, ben oltre la procreazione e addirittura l’educazione della prole e il non più inizio ma compimento di un cammino; qualcosa di simile alle cerimonie con festino per le nozze d’oro.  Ci si sposa dopo “cinquantatré anni, sette mesi e undici giorni, notti comprese”, come il Florentino Ariza e la Fermina Daza di Garcia Màrquez, ma senza che di mezzo ci siano stati né il colera né  Juvenal Urbino.

 

Continua a leggere su PapalePapale

0 Commenti

dom

03

lug

2016

Calciatori bigotti e scienza bacchettona

Il secondo pezzo della rubrica

                L'Incredulo

 

Puri all’altare? Vogliamo scherzare? Non usa più! Non se lo aspetta, ormai, neanche il parroco. La rivoluzione sessuale è un fatto, poche storie! Del resto nessuno ormai si sposa a diciott’anni (e se lo fa, probabilmente vi è costretto, e anche in questo caso addio verginità). E quanti, diciamocelo, potrebbero mantenersi casti così a lungo? Stiamo parlando di decenni di astinenza, quando in passato (e ancor oggi in gran parte del mondo) non molto dopo la pubertà si convolava a giuste nozze. Decenni di castità in questa bolgia sessuocratica? Figuriamoci! Appena approdate alle medie superiori le ragazzine si convincono che le pratiche orali siano uno sport e che vadano esercitate regolarmente, intensificando gli allenamenti e gareggiando con le compagne. 

Continua a leggere su PAPALEPAPALE.COM

leggi di più 0 Commenti

sab

25

giu

2016

Fede e corna

 

Il primo articolo della mia rubrica L'INCREDULO

 

FOGLIO ILLUSTRATIVO

 

Non sono credente. O lo sono troppo.

Non lo sono perché non riesco a recitare il Credo con ferma convinzione: il mio rovello di ‘psichico’ (secondo la tripartizione gnostica) erode sotterraneamente e incessantemente il basamento della fede.

Lo sono troppo, invece, perché tutto il mio immaginario si fonda sulle grandi storie della religione:

continua a leggere su PAPALEPAPALE.COM

leggi di più 0 Commenti

gio

09

apr

2015

Cattolico a chi?

Un intervista di Federico Platania per il suo blog

 

QUI tutte le interviste del ciclo

  

1) Ti riconosci nella definizione di “scrittore cattolico” e più in generale cosa pensi di questa classificazione?
Qualsiasi aggettivo accostato al termine scrittore è grottesco e riduttivo. Ma uno scrittore dichiaratamente cattolico è una tale rarità che la qualifica, a quanto pare, va rimarcata; anche se, a ben vedere, ogni scrittore che valga qualcosa ha un senso religioso della vita.  
Potrei in ogni caso potrei definirmi papista. Trovo infatti che l’epiteto affibbiatoci dagli scismatici d’Albione mi descriva perfettamente: come altri sbandati, vedi Giovanni Lindo Ferretti, mi sono imbattuto nel Cardinale 

leggi di più 3 Commenti

dom

22

feb

2015

Cinquanta sfumature di sottomissione

E. L. James, Michel Houellebecq e Costanza Miriano


Quando in Spagna la Nuova Inquisizione del politicamente corretto tentò di mandare al rogo il libro di Costanza Miriano, si osservò che decine di volumi con il termine ‘sottomissione’ in copertina affollavano indisturbati le librerie del regno. Ma si trattava della sottomissione come categoria erotica e poiché le perversioni sono divenute sacre nell’orizzonte della intoccabile rivoluzione sessuale sempre in divenire, non poteva esserci nulla di nocivo.

leggi di più 0 Commenti

mer

04

feb

2015

Il tanguero

Ci si aspettava un Papa, è arrivato un tanguero. Speriamo di non dover sostituire la u con un’acca.


L’ho difeso strenuamente, il mio dinoccolato Don Camillo dalle scarpacce nere (anche se assomiglia più a Stanlio che a Fernandel). Se mi sento vicino alla Chiesa è perché credo nel Magistero. Non sono cattolico, sono Papista. E mi incaponisco a sostenere che gli insegnamenti e le esortazioni della Chiesa sono validi e opportuni per chiunque, per qualsiasi individuo, per qualsiasi comunità, in qualsiasi epoca. La coscienza non ha tempo, non conosce evoluzione. Solo la Chiesa, nella

leggi di più 23 Commenti

mar

20

gen

2015

Cronista o visionario?

Il magnifico marrano

 

Chi ha scritto la più bella agiografia cattolica? Un ebreo. Non più tale, non del tutto – bisogna dirlo - all’epoca della stesura del Canto di Berrnadette: Franz Werfel si era staccato dalla comunità ebraica sin dal 1929, anche se - per lealtà morale verso l'ebraismo, soprattutto in quegli anni segnati dall'antisemitismo e dalle persecuzioni - 

leggi di più

mer

03

dic

2014

Lo stereotipo è razzista. Ma anche no

Ricognizione e collage. Senza la consultazione dei  link (sottolineati) questa esplorazione rischia di aggiungere confusione a un argomento che ne è già ricco.

 

Come spesso succede riesco a trovarmi in disaccordo con tutti: sia con i fautori dell’accoglienza indiscriminata, da Papa Francesco all’intellettuale engagé, sia con gli acerrimi nemici dell’invasione, da Salvini a molti cari amici. Impossibile discutere seriamente dell’immigrazione. Chi vede qualsiasi forestiero come un nemico, principale fonte dei nostri guai, aggredisce i fautori dell'accoglienza, per i quali chiunque sia contrario – o appena un po’ critico su numeri e modalità - all’immigrazione è razzista (quando di solito è uno xenofobo). Fine della discussione. Io mi definirei 

leggi di più 0 Commenti

dom

30

nov

2014

Soldato Jane

Se la donna è uguale all'uomo perchè la violenza sulla donna è diversa?

 

PARADIGMA 1

Le caratteristiche di genere sono saltate, le attività che venivano considerate prerogativa maschile sono ormai esercitate dalle donne, come e meglio degli uomini. In particolare nessuna attività fisica è preclusa.

Fenomenologia:
- Le donne si proiettano nello Spazio. Sono in orbita.
– Le donne eccellono nel free climbing e sono sempre più numerose nelle spedizioni himalayane

– Le donne salgono sul ring
– Le donne risultano a volte superiori nelle arti marziali ai colleghi maschi dei corpi di polizia

– Le donne risultano a volte superiori ai colleghi maschi dei corpi di polizia anche nelle prove di tiro

leggi di più 2 Commenti

mar

21

ott

2014

Sentinelle e basta

A parte la scarsa simpatia per le dimostrazioni, inizialmente mi respingeva la tautologia: non dandosi sentinelle sdraiate la ridondanza di quell’in piedi risultava irritante. Poi mi sono reso conto che fior di scrittori, esperti della comunicazione, docenti attentissimi a ogni sfumatura del linguaggio adottavano tranquillamente bestialità ben peggiori come “pregano contro i gay”,

leggi di più 16 Commenti

ven

20

giu

2014

Edifici 3D

Dilatorio. Narrare tre giornate di vita in 550 pagine (nei caratteri minuti dell’edizione economica) comporta infinite interruzioni degli eventi quotidiani. Quasi tutti i buoni romanzi ne comportano ma qui c’è davvero bisogno di tanta retina da dedicare allo stato dell’edilizia. Già, questo sarebbe stato il titolo giusto (più vicino all’originale, tra l’altro). Lo stato degli immobili, l’usura delle strutture, l’altalena dei prezzi. E’ il grande pregio di questo romanzo raccontare balzachianamente un’epoca - un paese - attraverso le trasformazioni di un caseggiato, di un borgo, di una contea. Scriveva Forster in Casa Howard "Io penso che delle persone ci interesseremo sempre meno, Helen. Più gente si conosce, più facile diventa rimpiazzarla. E' una delle maledizioni di Londra. Io penso proprio che terminerò la vita provando interesse soprattutto per un luogo". Ma...

leggi di più 0 Commenti

gio

19

giu

2014

Riaperto per ferie

0 Commenti

lun

11

nov

2013

Predicatori del nulla

C’è qualcosa di sospetto nell’enfasi degli atei militanti. Voltaire, che credeva in un Grande Architetto dell’Universo (Se Dio non esistesse, bisognerebbe inventarlo, ma tutta la natura ci grida che esiste) pur considerando infame la Chiesa cattolica sosteneva che, essendo l'ateismo quasi sempre fatale alle virtù, in una società è più utile avere una religione, anche se fallace, che non averne nessuna. Vedeva chiaramente la necessità della religione come "instrumentum regnii", e come coscienza del popolo. Sapeva perfettamente che il 

leggi di più 15 Commenti

mer

28

ago

2013

Giustizia italiana e arroganza statunitense

Se volete continuare ad apprezzare Kafka non leggete oltre. Nessuno scrittore, neanche sotto psichedelici, avrebbe potuto congegnare un tale intreccio di arroganza,  vigliaccheria, corruzione, spietatezza, stupidità, inganno, avidità, insensatezza. Leggete le tragiche pagine che seguono (soprattutto la particolareggiata denuncia). E leggete il libro di Lo Porto, causa reale della sua persecuzione (troppo critico verso il sistema USA). Extraordinary rendition, fissatevelo in mente, così i pirati chiamano oggi il sequestro di persona. Gli amici scrittori possono godersi la nitida e corrosiva esposizione dei fatti così come Gadda ebbe a godersi la lettera dello spedizioniere.   

leggi di più 2 Commenti

ven

28

giu

2013

Maschicidi a gogò

 

Arsenico e vecchi stracci

 

La fabbricante di vedove di Maria Fagyas – da cercare tra i remainders - si ispira a un fatto realmente accaduto in Ungheria dopo la prima guerra mondiale. Se così non fosse questo romanzo ci parrebbe intollerabilmente grottesco. La quantità di uomini  uccisi in un minuscolo paesino da una consorteria di novelle Menadi, nell’indifferenza (o nell’omertà) generale, risulta inconcepibile anche per la fantasia più sfrenata: una cinquantina, più della metà delle donne uccise in tutta 

leggi di più 0 Commenti

gio

13

giu

2013

La preghiera, da Picasso a Borges

Sembra facile

 

"Io non cerco. Trovo" sentenziò Picasso. Similmente Padre Pio palesò la sua diffidenza per chi cerca: nei libri si cerca Dio, nella preghiera lo si trova. Chiamava il suo rosario l’arma. Pregare, dunque. Beati gli ebrei, hanno a che fare solo con quattro consonanti: non manca solo il volto, mancano pure le vocali del nome. Si rivolgono al 

leggi di più 3 Commenti

sab

08

giu

2013

Tengo due mamme

 

Su Raitre (I dieci comandamenti) sere fa

 

Formidabile lezione a questo sterile paese di zuzzurelloni edonisti e vigliacchetti da due donne milanesi ‘sposate’ a Barcellona che hanno avuto quattro splendidi bambini (e non è stato divertente: si sono volute sottoporre alla penosa trafila dell'inseminazione artificiale). Inoltre in questa coppia così moderna, trasgressiva, e dinamica (per sopperire alla carenza di fiabe con principessa rosa e principessa azzurra hanno fondato una casa editrice) si è deciso, udite udite, che una di loro avrebbe fatto la

leggi di più 0 Commenti

ven

31

mag

2013

L'arte è nostalgia e autobiografia*

Sul sito www.eliopaoloni.it ci sono link non funzionanti. Recupero qui i pezzi


… perch’io sosterrò sempre che gli uomini grandi quando parlano di sé diventano maggiori di se stessi, e i piccoli diventano qualche cosa, essendo questo un campo dove le passioni e l’interesse e la profonda cognizione ec. non lasciano campo all’affettazione e alla sofisticheria cioè alla massima corrompitrice dell’eloquenza e della poesia, non potendosi cercare i luoghi comuni quando si parla di cosa propria, dove

leggi di più 0 Commenti

lun

27

mag

2013

Ironia, risorsa o condanna?

Sul sito www.eliopaoloni.it ci sono link non funzionanti. Recupero qui i pezzi, anche se oggi i miei orientamenti sono slittati (ad esempio il mio giudizio sull'ironia letteraria è più critico) 

 

   Filippo La Porta denunciò sul Foglio il dispotismo dell’ironia. In un elogio di Chaim Potok, sul Domenicale, Giuseppe Sanfilippo metteva subito in chiaro che lo scrittore era ebreo ma  non ironico: "No, lui non conosce l'ironia, non ha tempo da perdere con il gioco di Isaac B. Singer o di Woody Allen o di tutti i Roth possibili, Philip o Henry che siano". E in 

leggi di più 6 Commenti

gio

23

mag

2013

Spazio

La cosa più costosa oggigiorno. Nulla di più prezioso dello spazio intorno alla tana. Ma anche sotto i piedi, sotto le ruote, sotto la chiglia. Spazio per i miei pori, per il mio cristallino, per le mie narici; per i mie timpani soprattutto. La mia aura - il territorio che non “deve” essere violato - è estremamente ampia. Basta ridurla, ignorarla, e sono perduto, annullato. Essere

leggi di più 0 Commenti

ven

17

mag

2013

La tua fetta è più grande della mia

Disegno coloniale o colonialismo disegnato? 

 

Sul sito www.eliopaoloni.it ci sono link non funzionanti. Recupero qui i pezzi


Esilarante. Sì, sto parlando della lettura di seri lavori scientifici, e affermo che non mi sono mai divertito tanto in vita mia. La comicità non è involontaria ma non c’è stata neanche premeditata ricerca di accostamenti: è la Storia a essere comica. Deliro? Qualcuno pensa ancora che la storia sia rigoroso, geometrico, dispiegarsi di un disegno?  Henri ...  continua a leggere su  Markelo.net  (The FK experience)

0 Commenti

ven

10

mag

2013

Gadda e la contabilità

Sul sito www.eliopaoloni.it ci sono link non funzionanti. Recupero qui i pezzi

 

La lettera dello spedizioniere


Lo scritto dal quale Gadda trasse più godimento, e forse insegnamento? Non  I promessi sposi, non la Commedia e neppure una delle pagine dei suoi Porta e Belli. A folgorarlo fu la lettera di uno spedizioniere. Una lettera 

leggi di più 2 Commenti

gio

02

mag

2013

Poesie illegibili - Su Zibaldoni

Se riesci a leggerla, verso dopo verso, fino alla fine, se la puoi scorrere con tranquillo apprezzamento, godere dell’ingegnosità e della bellezza di un verso e poi proseguire, terminarla e passare alla lirica successiva e poi ancora avanti, allora quello che stai leggendo non vale niente. Non serve a...

leggi di più 2 Commenti

lun

29

apr

2013

Traditori brava gente

"Noi polacchi abbiamo conosciuto il purgatorio. Senza affermare che oggi abbiamo diritto al paradiso, so che abbiamo evitato l'inferno». 

 

Tutte le voci del web, autorevoli e no, concordano nel dipingere il quadro a tinte livide: arroccamento della casta per la perpetuazione del tradimento. I nostri politici vengono classificati in relazione all'identità dei loro burattinai esteri e si può cogliere qualche sfumatura unicamente nel grado dell'asservimento e nella sua datazione. A guidare le danze è sempre la stessa potenza, anche se i media ufficiali non ne

 

leggi di più 1 Commenti

dom

28

apr

2013

Meglio non destare le Gorgoni

Il romanzo comincia su un traghetto e su un traghetto finisce. Il ferribò, la vera casa delle femminote che campeggiava nell'Horcynus Orca di D'Arrigo, rappresenta il limbo della condizione siciliana: navicella della speranza e barca di Caronte, il traghetto marca e annulla nello stesso tempo la distanza dall'isola. E' la camera di compensazione che consente ai siciliani l'elaborazione dell'abbandono e del ritorno. Quando mettono piede a terra arriva l''effetto isola', così Maugeri definisce quel disorientamento che è amore, nostalgia, senso di colpa e altro ancora, qualcosa che impedisce di essere "moderni ed efficienti". Modernità ed efficienza sembrano essere profusi nel progetto  Trinacria 

 

leggi di più 0 Commenti

sab

20

apr

2013

Ditemi cosa voglio

Un’analisi psico-politica

 

Se hai ben presente un’alternativa desiderabile puoi sopportare qualsiasi situazione. Un desiderio, un sogno, un’aspettativa, uno scenario auspicabile e puoi reggere anche un lager. Non un’utopia, ovviamente, ma qualcosa di plausibile, per quanto di difficilissima realizzazione. Come dire: domani mi sveglio e finalmente hanno fatto un governo. Anzi mi sveglio e, per fortuna non hanno fatto il governo. Domani mi sveglio e hanno fatto Presidente del Consiglio Papa Francesco. Anzi il mio idraulico. No, è onesto ma non ha esperienza. Meglio uno con tanta esperienza ma che non sia un politico e... puoi continuare su Oltre la notizia 

leggi di più 3 Commenti

lun

08

apr

2013

L'invenzione del femminicidio

La settimana scorsa Serena Dandini era dalla Bignardi a promuovere i suoi monologhi di donne morte. Inevitabilmente è spuntato il gadget: la pubblicità dell’uomo con lo straccio. Per diversi minuti, mentre le due cianciavano di femminicidio, giungendo persino a lodare la scimmiesca ministra che tra una macellazione e l’altra ha trovato il tempo di far ritirare il manifesto... continua a leggere su Oltre la notizia

leggi di più 14 Commenti

gio

28

mar

2013

L'Ariosto e il mercato del pesce

Il libro di Paolo Mantioni

 

Paolo Mantioni è un critico sottile, scampato all’accademia grazie a salutari attività commerciali. Col romanzo Le età della vita (bébert edizioni) si mette in proprio, giocando su due registri diversi, romanesco e italiano.

 

leggi di più 0 Commenti

lun

25

mar

2013

Il nuovo tabù

Pensate a una categoria erotica veramente estrema, una nicchia per perversi. No, non il fisting, non il bondage, non il pissing: la categoria più esasperata del porno è la sezione hairy . Sui siti dedicati non vi attendono necessariamente atti sessuali, a volte neppure l’esibizione dei genitali: la prima immagine della home può essere quella di un’ascella. Pelosa. Scopro così di aver passato la mia infanzia dentro uno sconfinato

leggi di più 6 Commenti

ven

15

mar

2013

Diavolo

Finta blasfemia

 

A Dio forse non credo ma al Diavolo sicuramente sì. E’ difficile rintracciare gli indizi della Provvidenza mentre è facilissimo intravedere la malignità, la crudeltà, l’irrisione, propri dell’operato diabolico. Non che sia impossibile supporre, a volte, l’intervento divino – o angelico – ma

leggi di più 1 Commenti

ven

08

mar

2013

La politica non è una branca della grammatica

Il Dottor Sottile è così sottile che riuscì a sgusciare in casa di notte: “Voglio il 6 per mille” intimò. Ma è uomo colto. La “Volpe del Tavoliere”, che bombardò i fratelli d’oltreadriatico senza passare dal Via, è così furbo che ha il baffino in ogni affare del pianeta. I Professori ci hanno comminato sette anni di 

leggi di più 8 Commenti

dom

03

mar

2013

Casaleggio, pifferaio suonato?

 

E’ innegabile che Casaleggio abbia rapporti con i poteri forti (come ne ha chiunque sia a un livello appena superiore a quello della triade d’antan maresciallo/ parroco/ farmacista). E non esistono poteri forti che prescindano dagli ombrellai d’oltreoceano. Impossibile che non ne siano a conoscenza i begli addormentati del Partito, che però si sono guardati bene dal rimarcarlo. Il motivo è presto detto: quei 

leggi di più 2 Commenti

mer

27

feb

2013

Anonimato

Se è digitale il malcostume fa simpatia

 

Mi ero rassegnato ai nickname. Sono come i tafani, non puoi liberartene davvero. Quasi sempre sono adottati per tendere agguati, lanciare insulti, far deragliare ogni discussione sui blog. Ma è meglio avere a che fare con evidenti pseudonimi, alla fin fine, che con dei fake, che danno solo l’impressione  di un 

leggi di più 0 Commenti

lun

25

feb

2013

Chiamatele frivolezze

 

Ilva, Finmeccanica, Saipem...

 

Potrà sembrare un argomento frivolo, dato che il settore non è strategico, ma la spoliazione del paese procede speditamente anche in uno dei pochi settori che sembrava non dover conoscere declino. Da qualche anno una delle donne più potenti del mondo, la direttrice di Vogue America,  ha ridimensionato drasticamente le giornate milanesi, quelle dedicate alla moda

leggi di più 0 Commenti

sab

16

feb

2013

La scomparsa degli uomini

 

Su Dove sono gli uomini? (Chiarelettere)

 

Da propugnatore di scelte esistenziali radicali e attento osservatore delle nuove forme di convivenza, o di mancata convivenza, Simone Perotti, autore del manuale di desistenza Adesso basta e del programma di Rai5 Un’altra vita, si pone – e ci sottopone - la domanda che le donne si vanno ponendo, sempre più allarmate. 

leggi di più 1 Commenti

gio

07

feb

2013

Inoppugnabili studi

 

Le pezze a colore del delirio

 

A sostegno delle fiere battaglie in favore di nozze gay, adozione selvaggia, fabbricazione di feti per arredare le case delle star, invenzione del genitore alfabetico e deliri sull’identità di genere esclusivamente culturale, gli idolatri del progresso sbandierano avanzatissimi studi dai titoli altisonanti e seriosi. Se, come è giusto,  

leggi di più 7 Commenti

gio

07

feb

2013

Candidi insulti

Alti – e ipocriti – lai sui cori razzisti allo stadio. Forse comprensibili se vengono da chi in uno stadio non si è mai affacciato ma intollerabili quando a concionare sono gli addetti ai lavori, che ascoltano da sempre cori agghiaccianti. De-vì moriii-re è il ...


       continua a leggere su Oltre la notizia

0 Commenti

mer

30

gen

2013

Il copione di Chomsky

 

Non ve lo devo spiegare io chi è Chomsky. E certe tecniche, Chomsky o non Chomsky, sono note da tempo. Mai come ora, però, ci capita di vederle messe in opera, tutte insieme, così palesemente.

 

Ecco - da una semplice ricerca su Wikipedia - la lista delle 10 tecniche individuate da Noam Chomsky per manipolare la comunicazione mediatica :

 

leggi di più 3 Commenti

lun

21

gen

2013

Spiritualità in cucina

Ricette di etica

 

Il gusto non è soltanto una parte e un indice di moralità: è la sola moralità                                                                                                              John Ruskin

 

E’ un’idea forte, sorprendente, ma non del tutto inconsueta: nel film Il pranzo di Babette, tratto dal racconto di Karen Blixen, il cibo è strumento di elevazione (all'opposto de La grande abbuffata di Marco Ferreri, che vede quattro amici rinchiudersi per mangiare fino a morirne, in una atmosfera funerea nella quale il cibo è 

 

leggi di più 1 Commenti

sab

19

gen

2013

Morti ma denuclearizzati

 

Breve storia di una follia antinuclearista

 

La gente mi muore intorno. Non soltanto a causa della centrale a carbone di Cerano, certo: vi sono altre fonti di inquinamento, come ovunque. Brindisi non si è fatta mancare il petrolchimico, e la maggior parte dei veleni li ingeriamo, grazie anche all’uso di pesticidi banditi da anni nei paesi occidentali più sviluppati. Ma questi veleni non sono quantificabili,

 

leggi di più 2 Commenti

mer

16

gen

2013

Si presenta bene

2013-01-09 12:59:57

 

La politica, branca dell’Estetica


Anche su  Oltre la notizia, dove potete seguire la discussione 

E’ sobrio, coerente e apprezzato all’estero: lo votiamo. Ho scoperto che agli italiani piace Monti Mario. Ma come, non stavate lamentandovi un secondo fa della pressione fiscale? E delle pubbliche voragini? Della stretta mortale dell'economia? Sì, però ci fa fare bella figura, perché è ‘serio’. Ebbene sì, è serissimo il professore: mica rideva quando

       

leggi di più 12 Commenti

mer

16

gen

2013

Livio Borriello, incorrect

2013-01-03 14:06:26

Mi approprio dello sfogo di Livio Borriello, dal suo anomalo, cerebrale ma carnoso quasiBlog

 

perfino la littizzetto!
pietà! perfino lei col politically correct! ieri in tv: se il vostro uomo vi dà una sberla, denunciatelo...certo, se vogliamo rendere il mondo e i 

leggi di più 1 Commenti

mer

16

gen

2013

Le chiamano nozze

2013-01-02 18:40:46

 

L'ossimoro perverso

 

Si preferisce questo termine, che attiene maggiormente al rito, dato che l’inequivocabile etimologia di ‘matrimonio’ spazzerebbe via ogni sciocca pretesa di analoga istituzione omosessuale. Se lo dici, ti guardano schifati. Ma allora sei omofobo?! Veramente io… e sei già sulla difensiva, stigmatizzato dall’equivalente odierno d'fascista' costretto a giustificarti, a dire che no, che tu non riesci neanche a immaginarlo un mondo non vivificato dalla trasgressione: 


leggi di più 1 Commenti

mer

16

gen

2013

Riflessi in Piazza Scala

2012-12-20 08:40:26

 

Un'endovena di verità (le chiamano epifanie)


Questo quadro di Antonio Mancini non è elencato tra i più significativi dell’esposizione e probabilmente non lo è: altri visitatori non lo ricordano neanche, confuso tra le opere sensuali di altri autori napoletani. Altri visitatori non lo ricordano neanche, confuso tra le opere sensuali di altri autori napoletani.Eppure è l’opera più agghiacciante che abbia contemplato. S’intitola Riflessi. E sui riflessi

 

leggi di più 3 Commenti

mer

16

gen

2013

Prima del no

2012-12-20 08:11:05

 

Scienziati e maestrini Fanatismo ateo

 

Antonio Pizzuto, uno dei più raffinati prosatori italiani (“leggerlo è ascesi yoghica: muta il respiro in una qualche vita” scrisse di lui Geminello Alvi) ricordava in una lettera a Gianfranco Contini la lunga esitazione del suo adorato maestro, il fenomenista Cosmo Guastella, di cui si disse che era “vocato ad ammazzare la metafisica”, alla domanda diretta che infine gli aveva posto: “Professore, crede Lei in Dio?”.

“E quanto, quanto tempo si prese prima di un no” – riporta Pizzuto.  

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Un blog da seguire

2012-09-14 11:57:34

 

Oltre la Notizia

 

Piero Laporta, già collaboratore di Limes, Italia Oggi, il Giornale, World Security Network, Libero, Monsieur, e consulente della Commissione Mitrokhin, ha un blog.
C’è un motivo importante per seguirlo: l’indipendenza assoluta dell’uomo, il piglio guascone (ma non donchisciottesco) che lo ha portato in rotta di collisione con quasi tutte le testate alle quali ha collaborato.

 

0 Commenti

mer

16

gen

2013

Bandiera bianca

2012-09-14 09:31:20

 

La resa di Franco Arminio

 

Franco Arminio, fondatore e amministratore unico della paesologia (una via di mezzo tra l’etnologia e la poesia) continua a refertare dall’Irpinia d’Oriente: Terracarne sembra seguire il solco di altri suoi libri ma se nel primo, Viaggio nel cratere (Sironi 2003), il reporter si teneva scrupolosamente sullo sfondo qui l'autore...         continua su Comunità provvisorie


0 Commenti

mer

16

gen

2013

La Pizzeria salento e la Via Lattea

2012-07-22 17:21:52

 

Il Camino di Santiago

 

sul Corriere della Sera - Puglia, 8 Luglio 2012


Pizzeria Salento, Sarria, ovvero come seguire la partita Italia-Spagna in Galizia con dei compatrioti. Massimo, da Castro, ha sposato una ragazza di qui e ci si è trasferito dalla Svizzera per deliziare galiziani e tedeschi, così non ci lamentiamo se la pizza “Salento” presenta un ingrediente che non ha nulla a che vedere col Salento (e neppure con la decenza): il mascarpone.

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Api, scimmie e teatranti

2012-03-07 11:58:42

 

Un libro di Carlo Sini

 

Biologia, arte, economia: comune denominatore, l’uomo. Il corpo umano, e soprattutto la coscienza: cosa fa di un uomo un uomo? quando? come? Sini non pretende di scodellare risposte, si limita a esporre...                                         continua a leggere su Stilos

 

 

0 Commenti

mer

16

gen

2013

La capitale delle scimmie

2012-03-02 10:56:11

 

Distopia belga

 

Le dittature si assomigliano tutte, come le famiglie felici. Prendete una categoria, una classe, un genere, isolatene le fasce estremiste, amplificatene le rivendicazioni, trasformatene in legge gli slogan e portate agli estremi le conseguenze: la distopia non differirà molto da tutte le altre consegnateci dalla storia o dalla letteratura. La dittatura femminile, anzi lesbica, prefigurata...  continua a leggere su Stilos

 

0 Commenti

mer

16

gen

2013

Il piacere delle lacrime

2011-12-20 09:38:43

 

Bengodi, di Camillo Langone

 

Non è un titolo in sintonia con i tempi. Se il sottotitolo, I piaceri dell’autarchia, può far balenare idee di sobrietà e sacrificio, l’intrepido Langone chiarisce subito che lo stile di vita del cittadino di Bengodi non può essere ispirato al risparmio: il libro, dichiara, vuole consentire al gentiluomo italiano la scoperta di... continua a leggere su Stilos 

 

0 Commenti

mer

16

gen

2013

A caccia di profeti

2011-10-21 13:21:30

 

Valter Binaghi e Giulio Mozzi, autori di 10 buoni motivi per essere cattolici (Laurana Editore), hanno deciso di chiedere la presentazione del libro a uno stupito Tullio Avoledo. Ottima idea: l’atteggiamento di Avoledo verso la religione è decisamente poco ortodosso, e questo lo accomuna alla maggioranza dei lettori.

Affascinato nell’infanzia dalle storie popolari di una prozia, fulminato da un passo della Bibbia a trent’anni, sempre tentato dalle teorie gnostiche, lo scrittore trova sciatto il rito domenicale e... continua a leggere su Stilos 

 

0 Commenti

mer

16

gen

2013

La letteratura che vuole Franchini

2011-08-15 16:20:36

 

Perché le recensioni ci girano intorno?


Una riflessione sul libro, non recente, di Antonio Franchini

 

Non va a teatro da otto anni: come posso, esclama, tollerare il raglio, l’impostazione, le messe in scena, dopo aver partecipato al “togliersi” di scena di Carmelo Bene? Fondamentalista, replico io che non disdegno le opere di Yasmina Reza, mica ci si può immergere ogni giorno nel sublime. Né si può smettere di leggere perché si è letto Proust:  continua a leggere su Stilos

 

0 Commenti

mer

16

gen

2013

Come seppellire un talento

2011-05-15 15:02:45

 

su Alceo, Marzo 2011

 

Come seppellire un talento

 

Ai batteristi bisognerebbe mozzare le mani, anzi i piedi: chiunque abbia assistito alla nascita di un gruppo giovanile lo sa che al batterista pestare non basta mai. Quando paghi per ascoltare i professionisti, però, ti illudi che il maestro al pianoforte o la cantante gli abbiano urlato di star calmo, o che alla fine il tecnico del suono, sua sponte, abbia spinto in basso il cursore del volume. Macché.


leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Un santo senza libri

2010-11-26 12:45:18

 

o con troppi

 

in versione breve sul Corriere della Sera - Puglia, 9 Novembre 2010

 

L'apologetica deve mescolare scetticismo e poesia    (Nicolàs Gòmez Dàvila)

 

Certi libri non si recensiscono, al massimo si consigliano alle persone care. Non hanno valore letterario, sono testimonianza, agiografia, edificazione. La qualità dell’editore (Rizzoli) sembrava accreditare spessore o

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Downshifting in Salento

2010-09-20 09:00:18

 

sul Corriere della Sera - Puglia, 19 Settembre 2010

 

A vela con Perotti

 

Ce n’è di gente così, specie dalle nostre parti. Da parecchio tempo ragazzi con carriera più che avviata mandano tutto al diavolo, come ha fatto un mio compaesano, tra i pochi esperti di diritto internazionale dell’energia, che ha mollato la BP per farsi casa a poco prezzo nel Villaggio Resta, agglomerato d’era fascista a due passi da porto Selvaggio e non lontano da Lecce.

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

La corrida e il bicchierino

2010-09-16 16:04:41

 

sul Corriere della Sera - Puglia, 8 Settembre 2010

 

La follia degli astemi

 

Diffuse dallo stesso giornale radio le due notizie (corride vietate in Catalogna, nuovo codice stradale in Italia) sono apparse del tutto slegate. Eppure entrambe queste normative costituiscono pesanti attacchi alla civiltà. Forse a Barcellona la 

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Arno e i suoi dieci lettori

2010-09-16 09:05:11

 

sul Corriere della Sera - Puglia, 8 Agosto 2010

 

Magnifica traduzione di Specchi neri

 

E’ di Cirò il migliore traduttore dal tedesco – come da premio del Goethe Institut - ma ci onoriamo di considerarlo pugliese dato che vive a Mesagne. La Lavieri edizioni di 

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Un prete? Tagliamogli le dita

2010-01-28 21:15:24

 

su Alceo, Novembre 2009

 

Cosa passa per le fiction

 

L’unica, incontrovertibile, ‘vera’ informazione passa attraverso la fiction. Come ben sanno i giornalisti che infiorettano, amplificano, deformano la notizia servendosi degli strumenti della fiction, nessun concetto, nessuna convinzione profonda può sedimentare nella coscienza dei fruitori se non è “racconto”. Solo il racconto crea 

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Giudizio lusinghiero

2009-10-20 10:58:19

 

Scrive di me Ettore Catalano

 

“Scrittore di una lucidità inquietante, con uno scandaglio conoscitivo calato tenacemente nel presente… senza esplicita volontà di sedurre il lettore, ma, dotato com’è di una naturale inventiva e di un senso della misura del narrare assai poco diffuso, scrive racconti che prendono il lettore per il bavero e lo immergono nel decomposto magma del 

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Un latianese alla Mostra di Venezia

2009-09-10 10:58:40

 

sul Corriere della Sera - Puglia, 10 Settembre 2009

 

Ritratto dello scenografo de La doppia ora, in concorso a Venezia per il Leone

 

Da ragazzo era un mostro con i colori e tutti pensavano che gli toccasse il liceo artistico, o la scuola d’arte di Grottaglie. Invece scelse il liceo perché voleva sincerarsi che quella 

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Cameriere sarà lei

009-09-10 10:48:26

 

su Alceo, Marzo 2009

 

Ristorantopoli, Come difendersi dai ristoranti (Mauro Zucconi, Liberamente)

 

Il più menzognero dei titoli. Non ne faremo una tragedia: sono frequentissimi i titoli volutamente ingannevoli, bilanciati poi da sottotitoli, bandelle e risvolti. Ma anche quelli, in questo manuale, sono ingannevoli: non ci sono infatti nel libro, quei “segreti dello chef” sbandierati in quarta. C’è davvero, invece, una superba “fenomenologia del cameriere”, da quello improvvisato a quello inconsapevole, 

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Il Dionisiaco, altro che relitto

2009-04-29 13:37:41

 

su Alceo, Marzo 2009

 

La tarantella, peBacco

 

Editore locale, copertina bruttina, la tarantella nel titolo. Ancora la pizzica? Ma basta! L’autore, ci informa il risvolto, ha fondato il gruppo Tamburellisti di Torrepaduli. Uno stornellatore, figuriamoci. Prefatore un docente dell’Università di Lecce. Per carità, conosciamo la prosa e lo spessore di codesti figuri. La data di uscita, poi, 2004, lo rende 

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Boris

2009-01-27 13:37:10

 

Una summa (volontaria) della cialtroneria

 

sul Domenicale, 17 gennaio 2009

 

E’ il nostro eroe. Quel che ha scritto lo mormoravamo in tanti ma solo lui, con l’autorità sua e del suo quotidiano poteva sdoganare ufficialmente la fiction televisiva. Finalmente abbiamo potuto leggere su un libro (Buona maestra, Strade Blu Mondadori) che è molto difficile trovare un romanzo o un film moderni più interessanti di un buon telefilm. La mia droga si 

 

leggi di più 1 Commenti

mer

16

gen

2013

Un dizionario poco affidabile

2009-01-19 08:12:08

 

Dizionario Affettivo della Lingua Italiana

 

a cura di Matteo B. Bianchi con la collaborazione di Giorgio Vasta, Fandango Libri 2008, pagg. 253, € 10,00

 

Invitare gli scrittori italiani a scegliere una parola con cui hanno un rapporto viscerale e a spiegarne brevemente il perché può apparire una frivola operazione editoriale. Certo, è un’iniziativa ludica, ma in fondo cosa c’è di più serio del gioco? Come dice il curatore nella sua introduzione

(deliziosa, specie nella parte in cui elenca le motivazioni di chi ha

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Lo scaffale di Sibaldi

2009-01-15 12:27:53

 

Intervista a Igor Sibaldi

 

Mi accorgo ora di aver omesso l'inserimento di questo pezzo, pubblicato sul Domenicale da diversi mesi:

 

PINOCCHIO E MOWGLI, VIAGGIATORI DELL’ALDILA’
Non collocate i suoi libri nello scaffale ‘Esoterismo’: Igor Sibaldi è un filologo, e non si tratta di un mero dato professionale ma di una

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Piazze leccesi

2008-10-19 08:30:16

 

Le piazze italiane su Tempi


Su iniziativa di Camillo Langone il settimanale Tempi ha affidato agli scrittori italiani una ricognizione delle Piazze del paese. Qui c'è la mia passeggiata leccese:

 

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

I sospetti di un altro io

2008-10-19 07:51:36

 

micame, di Livio Borriello

 

Diffido degli zibaldoni perché non puoi utilizzarli seguendo le istruzioni per l’uso inserite da Calvino all’inizio di Se una notte d’inverno un viaggiatorele numerose pagine colme di esortazioni quasi ipnotiche a distendersi, a eliminare accuratamente tutte le possibili distrazioni per immergersi

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Sulla bellezza

2008-10-06 07:02:21

 

Risposta alla lettera di Davide

 

Davide Bregola ha pubblicato presso Liberamente Editore Lettera agli amici sulla bellezza

 

Caro Davide,

 
di lettere come la tua vorrei spedirne ogni giorno: sono stufo anch’io di personeche pensano al Mondo come a qualcosa di morto, si occupano della patologia invece che della fisiologia, si volgono alla tragedia e mai

 

leggi di più 0 Commenti

mer

16

gen

2013

Il grande Arminio

2008-09-01 09:45:29

 

Vi regalo una riflessione di Franco Arminio

 

In una parte di questa chicca Franco Arminio si paragona, per la postura, a un cane. Ma del cane Arminio ha soprattutto l'eccezionalità del fiuto: arroccato nel suo paesello percepisce meglio di chiunque altro gli umori dell'intero pianeta:

 

leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

L'arma del delitto

2008-09-01 09:30:20

 

Eufemismo ed eugenetica

 

L'intervento alla conferenza di presentazione della rivista Quaderni di didattica della scrittura (Carocci)

 

La prima parte sarebbe rivolta agli addetti ai lavori ma la seconda, riportata sul dorso del Corriere, riguarda tutti, molto da vicino.

 

leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

Recensiamo i recensori 5

2008-05-12 13:23:10

 

Dopo la chiusura della rivista Fernandel alcune puntate della rubrica descritta qui hanno trovato spazio sul sito Fernandel 

Ora, ospitate dal settimanale di cultura il Domenicale, potete trovare in ogni edicola le mie considerazioni sui recensori. Eccone alcune:

 

leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

Recensiamo i recensori 4

2008-05-12 13:23:10

 

Dopo la chiusura della rivista Fernandel alcune puntate della rubrica descritta qui hanno trovato spazio sul sito Fernandel 

Ora, ospitate dal settimanale di cultura il Domenicale, potete trovare in ogni edicola le mie considerazioni sui recensori. Eccone alcune:

 

leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

Recensiamo i recensori 3

2008-05-12 13:23:10

 

Dopo la chiusura della rivista Fernandel alcune puntate della rubrica descritta qui hanno trovato spazio sul sito Fernandel 


Ora, ospitate dal settimanale di cultura il Domenicale, potete trovare in ogni edicola le mie considerazioni sui recensori. Eccone alcune:

 

leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

Recensiamo i recensori 2

2008-05-12 13:23:10

 

Dopo la chiusura della rivista Fernandel alcune puntate della rubrica descritta qui hanno trovato spazio sul sito Fernandel 


Ora, ospitate dal settimanale di cultura il Domenicale, potete trovare in ogni edicola le mie considerazioni sui recensori. Eccone alcune:

 

leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

Recensiamo i recensori 1

2008-05-12 13:23:10

 

Dopo la chiusura della rivista Fernandel alcune puntate della rubrica descritta qui hanno trovato spazio sul sito Fernandel 

Ora, ospitate dal settimanale di cultura il Domenicale, potete trovare in ogni edicola le mie considerazioni sui recensori. Eccone alcune:

 

leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

Nuovi racconti 4

2008-03-04 17:47:20

 

Sul numero primaverile di Tratti

 

“Nuovi” perché pubblicati adesso. In realtà i racconti hanno più di qualche anno e sono stralciati da una raccolta a tema mai completata

Ami 8

 

Finalmente Francia. In una Citroen, s'intende. Brutta ma francese, patetica ma molleggiata. Da famiglia sfigata o da elettricista in carriera ma almeno non Fiat. Obiettivo principale Nantes, residenza delle nostre donne. Tanti chilometri per qualsiasi donna. Troppi per donne

 

leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

Nuovi racconti 3

2008-03-04 17:47:20

 

Sul numero primaverile di Tratti

 

“Nuovi” perché pubblicati adesso. In realtà i racconti hanno più di qualche anno e sono stralciati da una raccolta a tema mai completata

Dyane

 

Non l’aveva mai voluta veramente. Lui cercava la Duecavalli: quella sì che aveva il suo fascino. Una storia. Ma quando andò a cercarla non la trattavano più: si lanciava la Dyane. E quella aveva preso, redarguito poi da Antoine in calata estiva: «Noo, la Dyane in Francia ce l’hanno solo i vecchi, gli impiegati».

 

leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

Nuovi racconti 2

2008-03-04 17:47:20

 

Sul numero primaverile di Tratti

 

“Nuovi” perché pubblicati adesso. In realtà i racconti hanno più di qualche anno e sono stralciati da una raccolta a tema mai completata

SLK 320

 

Le famiglie felici sono tutte felici allo stesso modo, quelle infelici lo sono ognuna in modo diverso. E’ una citazione così ricorrente che la trovo attribuita ogni volta ad autori diversi e neanch’io ricordo più la fonte autentica. Ma la diversità che mi interessa non riguarda la famiglia bensì le città (una grande famiglia, in fondo, la città, no?). 

 

leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

Nuovi racconti 1

2008-03-04 17:47:20

 

Sul numero primaverile di Tratti

 

“Nuovi” perché pubblicati adesso. In realtà i racconti hanno più di qualche anno e sono stralciati da una raccolta a tema mai completata

Giulia Super

 

Anomala. Mostruosa. Nata - raccontavano - dai più recenti esperimenti sui fluidi. Sfatato dai nostri avanzatissimi studi il mito delle forme arrotondate, un pregiudizio originato dalla fallacia del senso comune: solo la coda tronca è veramente aerodinamica. Ma noi non ve la diamo tronca e basta, noi ci facciamo i canaletti,


leggi di più 0 Commenti

mar

15

gen

2013

Pessimismo latianese 2

2008-02-10 11:02:21

 

Sul Domenicale in edicola, la mia intervista all'autrice

 

Salentina la fonte segreta del pessimismo leopardiano

 

Scherzi d'ingegno, il testo del medico-letterato salentino anticipa non solo il nucleo della filosofia leopardiana, ma anche sequenze poetiche,


leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Pessimismo latianese 1

2008-02-10 10:54:58

 

Il "Plagio di Leopardi"

 

Il pessimismo cosmico? Era già in un libro del latianese De Virgiliis, scritto nel 1677

 

Sul Corriere della Sera - Puglia, 30 Gennaio 2008

 

Esposte in "Scherzi d’Ingegno, la fonte segreta del pessimismo leopardiano" di Vittoria Ribezzi Petrosillo (Guida editore) le innumerevoli corrispondenze tra gli scritti leopardiani e l’opera del letterato

 

leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Proust, o dell'eternità

2007-11-05 08:57:46

 

Il tempo annullato - Prove tecniche di eternità

 

su Il Domenicale, 20 Settembre 2007

 

Rispondere immediatamente, senza formulazioni lambiccate. Cos’è l’eternità? Un susseguirsi infinito di tempo, giusto? Un’infilata di secondi, minuti, ore, giorni, mesi, anni, secoli, ere. Una coordinata orizzontale, una fascia millimetrata interminabile. Un incubo. Al catechismo nessuno di noi aspirava al Paradiso: quella

 

leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Un conservatore a caccia

2007-09-24 17:08:12

 

Ancora Scruton, in vesti venatorie

 

Su Stilos n. 17 – 11 settembre 2007

 

Benché il suo intento sia di “conferire consistenza filosofica” ad alcune posizioni contemporanee, negli scritti di Roger Scruton si rinvengono più gli umori di un ottimo scrittore, magnifico pamphlettista ed efficace apologeta, che i rigori di un pensiero organico. In questo Sulla caccia (Editoriale Olimpia) le citazioni del


leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Nelle mute

2007-08-13 12:01:39

 

Un omaggio a Raffaele La Capria

 

La spigola, quell’ombra grigia profilata nell’azzurro, avanza verso di lui e pare immobile, sospesa, come un aereo quando lo vedi sbucare ancora silenzioso nel cerchio tranquillo del mattino.            (Ferito a morte)

 

Ci pisciamo addosso. E’ il freddo, o la pressione. C’è un riflesso, un dislocamento del sangue, cose di quando eravamo pesci, e non puoi tenertela per sei ore. Adesso qualche azienda sta praticando delle aperture a velcro nel neoprene dei pantaloni ma a noi, in fondo, il caldo di quel liquido che si diffonde nella muta fa piacere. 

 

leggi di più 1 Commenti

lun

14

gen

2013

Un conservatore relativista

2007-07-21 18:41:30

 

Versione integrale dell'articolo pubblicato su Stilos n. 14, 10 luglio 2007


Alfieri di valori granitici, i conservatori sono fieri avversari del relativismo, e anche Roger Scruton non risparmia bordate contro ogni genere di pensiero debole. I suoi valori però sono legati al senso comune (comune a una cultura) quindi non universali. Nonostante le aspre critiche al

 

leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Sesso e mafia, ma con garbo

2007-06-23 07:51:33

 

Marco Vespa, Nata in riva al mare

Marsilio

 

Su Via Po il 9 giugno 2007

 

Le maniere dell’eroina potremmo dire, parafrasando il titolo del bel libro d’esordio di Marco Vespa, La maniera dell’eroe. Lì un morbidone di provincia navigava tanto neghittosamente quanto oculatamente verso gli approdi dell’incarico pretorile e del matrimonio giusto. Qui

 

leggi di più 1 Commenti

lun

14

gen

2013

Gli stranieri del Grinzane

2007-05-30 17:29:49

 

Scrittori forestieri in Puglia

 

Il Premio Grinzane Cavour, in collaborazione con l’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia, ha invitato a soggiornare in diverse località pugliesi cinque illustri scrittori stranieri: Alfredo Conde, Mempo Giardinelli, Björn Larsson, Vladislav Otrošenko e Andreas Stàikos. I racconti scaturiti da questi soggiorni sono stati raccolti da Manni editore in un cofanetto con versioni originali e traduzioni  

 

leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Una questione di famiglia

2007-05-29 20:18:50

 

Musica e genetica

 

sul Corriere della Sera - Puglia, 29 maggio 2007

 

Avrebbe potuto’. E’ il refrain dei mediocri, dei perdenti. Vincenzo Taliento, invece, avrebbe potuto davvero. Ha potuto anzi: a soli 23 anni primo violino al Teatro dell’Opera di Roma passando sotto la bacchetta di Mascagni e di Antonino Votto,  poi al Petruzzelli con Pasquale La Rotella. 

 

leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Figurine

2007-05-25 17:53:57

 

Campagna elettorale

 

Franco Cosimo Panini è morto, le raccolte di figurine no: qui c’è un accanimento speciale nel collezionare santilliLi chiamano così per richiamare le immaginette sacre ma c’è poco di santo nei busti raffigurati: sono i candidati alle elezioni comunali. Trecentoquaranta. Distribuiti in 17 liste abbinate a ben 7


leggi di più 6 Commenti

lun

14

gen

2013

Le piazze di Repubblica

2007-05-12 19:33:39

 

L’avevo postato su Vibrisse  dopo l’uscita dell’articolo di Merlo. Oggi che il Family Day

c’è stato lo ripropongo qui.

 

Si scopre che a Repubblica non garbano le manifestazioni. Francesco Merlo infatti, nel suo pezzo dell’8 marzo sui cortei pro e contro i Dico, usa il plurale: “Non ci


leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Ville forestiere

2007-05-05 18:50:25

 

Le Cenate

 

Riproposizione di una carrellata (dall'Agenda Manni 2006)

Un osservatore superficiale potrebbe collocarci nel Salento (questa in fondo è stata Terra d’Otrantoma Latiano è pur sempre al di sopra del Limitone de’ Greci. Due chilometri a nord da casa mia si avvista il primo trullo (dico trullo, 

 

leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Uncinetto

2007-04-28 21:27:24

 

Ora lo fanno anche i maschietti

 

E’ una moda, ed è pure sospetta: si è diffusa tra le dive di Hollywood. Ma è anche una terapia, sempre più consigliata dagli analisti. Ed è un’esperienza spirituale.
Nella solitudine in cui scrisse il Malte Rilke aveva assoluta certezza che “la forza con la quale la alimentava derivava in buona parte da certe serate trascorse a Capri nelle quali non succedeva niente se non stare insieme a due signore di una certa età e a una più giovane guardandole mentre ricamavano”.

 

leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Chi ha gettato Trevisan?

2007-04-22 20:12:08

 

Geworfenheit è una parolaccia?

 

Linnio Accorroni è rimasto impressionato da ‘Il ponte’ di Vitaliano Trevisan (Einaudi). Ha apprezzato in particolare un brano che ‘illustra’ il termine Geworfenheit, ricorrente in Heidegger. Il personaggio di Trevisan si sente, appunto, “gettato nel mondo”. Ma non siamo nella sfera astratta della condizione esistenziale: Trevisan sembra interpretare letteralmente l’espressione, la riveste di carne. “Mio padre e mia madre


leggi di più 0 Commenti

lun

14

gen

2013

Profondità di campo

2007-04-20 21:17:54

 

EVERGREEN 1 

 

sul Corriere della Sera - Puglia, 3 dicembre 2005, con altro titolo


Un paio di settimane fa sono stato sul Massiccio del Pollino. Nulla di nuovo tranne la compagnia: si trattava di conoscenti interessati più che altro a un pranzo a base di funghi.

leggi di più 0 Commenti

dom

13

gen

2013

Rendiamogli giustizia - Moravia

2007-04-16 21:09:32

 

Ha condiviso la parabola di Guttuso: celebrato, corteggiato, onnipresente, L’artista per antonomasia. Un mese dopo la morte era meno di niente, un cadavere su cui sputare, mancava lo appendessero per i piedi. Il pittore ha avuto ha avuto la sorte peggiore: di botto decine di critici scatenati lo hanno deriso, svilito, cacciato dalle gallerie. “Fuori dal contesto europeo, un provinciale senza alcun valore, replicante di se stesso”. Allo scrittore è andata meglio, apparentemente: per la vendita dei libri non leggi

 

leggi di più 2 Commenti

dom

13

gen

2013

Quando si è temuto per la pelle

2007-04-08 21:44:53

 

si è più buoni. Non sei un credente, quindi niente voti e proponimenti. Ma ti ritrovi conciliante, pronto a cogliere il buono negli appartenenti alla specie e il bello in ogni oggetto o circostanza. Della serie Come siamo sciocchi ad affannarci dietro a piccole cose! Ma godiamoci quel che abbiamo, che è sempre tanto! Sarebbe auspicabile, in effetti, per il bene del mondo, che tutti, a intervalli non molto ampi, fossero costretti a temere per la loro pelle. Bisognerebbe poi vedere 


leggi di più 1 Commenti

dom

13

gen

2013

Arcipelago (caraibico) gulag

2007-04-04 21:02:22

 

Reinaldo Arenas: “Arturo, la stella più brillante” pp. 80, euro 8, Cargo, 2007

 

su Via Po il 10 marzo2007

 

Probabilmente pensate che di letteratura sui gulag – o sui lager o su qualsiasi universo concentrazionario della mitologia statunitense - se ne sia stampata anche troppa. Ma questa testimonianza sulle Umap, campi di concentramento cubani per omosessuali, – non è affatto superflua. Non solo perché ci ricorda (oggi, che i gay occidentali, orgogliosi e vincenti, determinano le decisioni

 

leggi di più 0 Commenti

dom

13

gen

2013

Volubilità

2007-04-03 16:21:12

 

Perché si mette su un cd invece di un altro? Inutile dire che, tralasciando i fondamentalisti “solo jazz” e i tetragoni “solo seria” (ma anche lì c’è Beethoven che ti schianta all’inizio e Vivaldi che ti accarezza immediatamente mentre poi si ‘capisce’ Bach - quelli che lo suonano, soprattutto - o si divinizza Mahler e non puoi più


leggi di più 0 Commenti

dom

13

gen

2013

Beati i vicini

2007-03-30 11:13:40

 

E perché, poi, beati i lettori stranieri? Esistono le traduzioni, e le sappiamo pure fare (come con il doppiaggio: siamo i migliori, anzi gli unici). Cos’è questo soprassalto di nazionalismo? Dove sta scritto che l’Italia DEVE avere, ogni decennio, tot scrittori di vaglia? Ad Ascoli Piceno non ci sono scrittori notevoli? Embè? In tutta la Grecia non ne hanno uno da duemila anni.  Ci sono decine di 


leggi di più 0 Commenti